Skip to content Skip to footer

RECOVERY.NET

Laboratori di Scrittura Emotiva

per utenti, familiari e persone interessate al tema della salute mentale

 

Il laboratorio di scrittura è uno spazio offerto a gruppi di persone finalizzato al riconoscimento e all’ascolto delle proprie emozioni e dei propri sentimenti più profondi  legati ad esperienze di vita personale. Il gruppo consente la condivisione di un’esperienza emotiva “guidata” e contenuta.

La scrittura permette di riconoscere e “liberare” sentimenti ed emozioni e, allo stesso tempo, consente e facilita la rielaborazione personale e la rilettura delle proprie dinamiche interiori e relazionali. E’ un ri- guardarsi e ri- conoscersi, vedersi sotto nuove angolazioni.

Il laboratorio di scrittura si connota come strumento efficace per recuperare fiducia e stima di sé attraverso l’autoattivazione personale.

LA STORIA DI UN UTENTE
Come ho conosciuto la scrittura emotiva

Nove anni fa, mentre ero ospite in una comunità di Brescia, mi sono iscritto ad un corso di scrittura emotiva , promosso dal Chiaro del Bosco onlus,  improntato sui cinque sensi.

A consigliarmi l’iscrizione era stato l’educatore che mi seguiva nella comunità. Non appena sono arrivato alla sede del corso mi sono sentito in famiglia, grazie alle pareti colorate dell’aula che mettevano di buon umore; i partecipanti erano una decina di utenti circa, più qualche educatore di loro riferimento. 

Isabella C. era la facilitatrice, che ogni lunedì dalle 14.00 alle 17.00 guidava il corso, e Mariella M. era la curatrice dei testi.

Era il gennaio 2011. Mi ricordo l’esordio: l’inventore della scrittura autobiografica è Duccio Demetrio; è la prima cosa che Isabella ha tenuto a dirci; naturalmente non ho mai conosciuto di persona il Professor Demetrio, ma merita una citazione perchè ha creato un’idea vincente che aiuta le persone a mettersi in comunicazione… allora i corsi erano in fase di sperimentazione.

Isabella era a dir poco raggiante nel condurre quel corso perchè da poco aveva saputo che aspettava un bambino e questa particolarità ha influito positivamente nel suo comunicare ai partecipanti la forza della vita e della scrittura, due binari che corrono in parallelo.

Ogni lunedì, la lezione prendeva spunto da uno dei cinque sensi con esercizi mirati alla condivisione; il corso era infatti giocato sull’aspetto emotivo e ludico che facilitava molto l’approccio ai testi e aveva più o meno le stesse modalità che ha il corso che tutt’ora sto frequentando a Mantova.

Mi ricordo come se fosse ieri che tutti i partecipanti hanno preso parte al laboratorio dando il meglio di sè nel condividere i propri scritti; alcune di queste persone le ho poi riviste successivamente nel mio percorso a Brescia; quel corso è stata un’opportunità di cambiamento interiore, di fare riaffiorare il meglio del passato e da lì impostare una traccia di futuro.

Per me quel corso di scrittura creativa è come se non si fosse mai concluso, perchè l’ispirazione mi ha accompagnato fino ad oggi e ho fatto della scrittura una fedele compagna di vita, una missione.

Mi si è spalancato un mondo nuovo; ero da anni alla ricerca di un’alternativa alla realtà e l’ho trovata evadendo con la fantasia. Non appena mi sono reso conto che questo mi aiutava e aiutava gli altri, ho deciso che avrei fatto della scrittura un’attività quotidiana. E da quel giorno in poi ho condiviso i miei scritti con le persone a me più vicine.

Perchè la scrittura fa bene a tutti, a chi legge a chi scrive, a chi la vive.

Appena concludo la stesura di un libro penso al successivo; un buon scrittore deve mantenere lo sguardo proteso in avanti.

Ho pubblicato più di sessantacinque libri, in gran parte prose poetiche e racconti; e, da allora, i miei migliori amici sono diventati i personaggi.

Oggigiorno sto affrontando la realtà a viso aperto perchè adesso l’accetto con i suoi pro e i suoi contro, e sto scrivendo un romanzo sull’intensa esperienza fatta in Comunità perchè è stata una vera e propria rinascita, al di là di ogni più rosea mia previsione.

“La vita si racconta……Sa raccontarsi e farsi raccontare….Lo fa attraverso le lacrime di chi non riesce a trattenere parole amare, attraverso il sorriso di chi ricorda la propria giovinezza o attraverso l’ironia di chi preferisce dimenticare così le proprie malinconie. Ogni istante, ogni gesto, ogni parola servono alla vita per narrarsi.”

Stefania

"Sono esattamente 22 anni che la voragine creatasi con il dolore richiede amore.Da anni faccio colloqui, sono abituata a parlare e rivedere le emozioni; la matassa è molto aggrovigliata non è facile trovare il bandolo. Anche con voi ho osato, mi sono esposta. Il contenitore era diverso ma temevo il giudizio.

Vivevo già la vostra comprensione così si sono aperte nuove finestre, nuove strade, intrecci, nodi e amicizie da coltivare.

Ho sognato o forse ho desiderato profondamente che l’esperienza fatta con voi potesse continuare.

Amo la vita per ciò che dà.

Amo me stessa e gli altri che come me sono stati attraversati da una malattia psichiatrica."

Patricia

"Tramite il confronto diretto e scritto con gli altri durante questo laboratorio di autobiografia, per me da vivere in punta di piedi data la presenza di molte persone sconosciute, ho appreso a riflettere su alcuni aspetti della mia storia personale, dando loro un significato.

Parlare di me al gruppo formatosi mi ha aiutata a non sentirmi spogliata: della mia privacy, della mia personale libertà o del mio piccolo angolo di cielo.

Durante i nostri martedì, verso sera ho portato con me a casa le storie delle altre persone e nei giorni successivi ripensavo: a Georgeta coi capelli scuri e un italiano perfetto nonostante sia straniera, ad Albertina e al granaio in soffitta, alla casa di Maria Teresa, a Simona e alla sua camera arancione con i personaggi della Disney, a Gigi con la sua chitarra e a tutti gli altri….

E così anch’io ho imparato a parlare di me agli altri, a scrivere di miei piccoli segreti non solo su un diario ma come adesso a più destinatari: senza sentirmi né depredata né giudicata!"

Chiara

Percorsi individuali

SCOPRI DI PIù

Spazi e Co-Lab

Scopri di più

Pratiche innovative

Scopri di più

Azioni Culturali

SCOPRI DI PIù

Comunità di pratica

Scopri di più

Un progetto di:

Con il contributo di: